1q84 – Recensione

ImmagineImmagine

Devo ammettere di essermi avvicinata per la prima volta a questo libro per la somiglianza grafica del titolo con quello dell’arcinoto 1984 di George Orwell, al punto tale che in un primo momento ricordo di essermi proprio chiesta “Ma come, hanno fatto una nuova riedizione super lusso?”. Ho notato solo dopo che l’autore era invece Haruki Murakami, scrittore giapponese già famoso anche in Italia grazie a Tokyo Blues – Norwegian Wood. Ho iniziato a leggerlo senza informarmi ulteriormente sul contenuto, aspettandomi comunque che raccontasse di una distopia o di qualcosa di simile, ma ciò che viene narrato è diverso a tutti gli effetti.

Continua a leggere

Matched di Ally Condie – Recensione

Uno dei miei passatempi preferiti durante i pomeriggi di shopping? Leggere le trame di tutti i libri del reparto Young Adult della mia libreria di fiducia, che, diciamocelo, non differiscono di molto l’una dall’altra, se non per i nomi dei protagonisti. Proprio per questo motivo “Matched” non mi aveva colpito molto in un primo momento: appartiene al filone dei dystopian per adolescenti, molto in voga dopo il successo di “Hunger Games”. E dato che né la saga della Collins, né quella, altrettanto ben conosciuta tra i giovani, di “Divergent”, firmata Veronica Roth, mi hanno strappato più di tre stelle risicate su Goodreads, non avevo una gran voglia di segnare la tripletta di trilogie dystopian poco convincenti con “Matched”. Probabilmente non l’avrei fatto, se non mi fosse stato consigliato dalla mia socia Kuruccha.

E, invece, sono contenta di ritrattare. Ally Condie smentisce i pronostici, esorcizzando i ben giustificabili pregiudizi sugli YA con un romanzo ben costruito e appassionante, che dà al lettore molto di più di quanto non prometta la quarta di copertina.

Continua a leggere